Al Museo d’Arte e Scienza la presentazione della 7° edizione dell’Enciclopedia d’Arte Italiana

L’appuntamento è per Sabato 24 Febbraio 2018 alle ore 17.30 nel prestigioso Museo d’Arte e Scienza di Milano per la presentazione ufficiale del 7° Volume stampato dell’Enciclopedia d’Arte Italiana.

Alla presentazione interverranno:
• Peter Matthaes Dir. del Museo d’Arte e Scienza
Giorgio Ramella Editore Enciclopedia d’Arte Italiana
• Graziano Ferrari Presidente dell’Ass. Enciclopedia d’Arte Italiana
• Alberto Moioli Dir. Ed. Enciclopedia d’Arte Italiana

 

Scarica il Comunicato Stampa Completo

L’arte contemplativa è
il piacere di uno spirito che penetra la natura
e scopre che anch’essa ha un’anima;
è la più sublime missione dell’uomo,
ché è l’esercizio del pensiero che cerca
e comprende l’universo e
di farlo comprendere.

Auguste Rodin 1911

Sono particolarmente orgoglioso di poter presentare la settima edizione dell’Enciclopedia d’Arte Italiana, all’interno della quale batte forte il cuore della passione e la genialità degli artisti.
Insieme ai protagonisti della storia dell’arte, dal 1900 ad oggi, sono inseriti anche gli artisti selezionati dal nostro Comitato Scientifico e presentati dai Critici e dalle Istituzioni che collaborano con noi.
Il privilegio non è solo quello di supportare gli artisti, bensì, quello di poter ascoltare le storie, le emozioni e le intuizioni dei protagonisti di oggi dell’arte contemporanea, spaziando dal figurativo all’informale, dalla fotografia alla scultura, per continuare a sostenere quello che possiamo definire, senza alcun dubbio, il più importante Patrimonio Italiano, quello umano e artistico.
L’attenzione che si deve ad un linguaggio polisemico per natura, appartiene ad una sensibilità e a un desiderio costante di crescita che deve essere risvegliato da un torpore intellettuale sempre più diffuso. La storia dell’arte rivela così, a chi ama sorprendersi, emozioni molto particolari.
La copertina stessa dell’Enciclopedia, già dedicata a personaggi del calibro di George Sécan, Ernesto Treccani, Amedeo Modigliani e Umberto Boccioni, nel 2018 è dedicata ad un’opera molto particolare di Remo Brindisi, proprio nell’anno in cui si celebra il centenario della nascita.
L’opera appartiene ad un ciclo di 14 tele dedicate ad un tema molto caro all’artista, la Via Crucis, dipinta nel 1957, proprio negli anni in cui il mondo dell’arte e della cultura era profondamente turbato dai fatti drammatici d’Ungheria. Dal punto di vista creativo furono gli anni in cui si registrò un netto abbandono del realismo, al quale anche l’artista si era avvicinato con Renato Guttuso per accostarsi definitivamente alla “Nuova figurazione”.
In questi anni dipinge l’opera che è stata scelta per rappresentare la copertina della settima edizione della settima edizione del volume stampato. Si tratta di un’interessante interpretazione del simbolo di Salvezza Divina, la Passione e la Morte di Cristo. Remo Brindisi apre così idealmente la nuova stagione dell’Enciclopedia, con un dipinto particolarmente ricco di significati e riflessioni.
L’Enciclopedia d’Arte Italiana, non è però solo un pregiato volume cartaceo, ma è un autentico progetto culturale e artistico. Accanto all’edizione stampata infatti ha grande valore anche il Portale, che è il primo al mondo ad apparire su tutti i motori di ricerca nella categoria “enciclopedia d’arte”.
La nuova stagione si apre con la presentazione ufficiale del volume in una sede prestigiosa di Milano, alla quale seguirà nei mesi a seguire, in un altrettanto autorevole cornice espositiva, una grande mostra collettiva. Negli scorsi anni l’esposizione si è svolta nella settecentesca Villa Clerici a Milano e nel magnifico Palazzo Visconti di Brignano Gera d’Adda.
A Fiorenzo Barindelli, uomo e artista molto vicino all’Enciclopedia d’Arte Italiana, prematuramente scomparso nel 2013, è dedicato l’ampio servizio riservato all’Artista dell’Anno.
Desidero ringraziare i validi collaboratori dell’intero progetto a partire dall’editore Giorgio Ramella, il Critico internazionale d’arte Nuccio Mula, il Presidente dell’Associazione Graziano Ferrari e l’editor grafica Pamela Mileo.
E infine grazie a tutti gli artisti dell’Enciclopedia d’Arte Italiana, a voi porgo il mio più sincero augurio affinché possiate continuare per sempre a dipingere, scolpire e fotografare la bellezza della vostra anima perché “l’arte è un bene infinitamente prezioso, che rinfresca e infiamma, che ristora lo stomaco e lo spirito nell’equilibrio nativo dell’ideale.” (Charles Baudelaire 1846)

Alberto Moioli
Direttore Editoriale
Enciclopedia d’Arte Italiana

Please follow and like us:
20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *