L’ITALIA CHE FUNZIONA

Se esiste un’Italia che funziona è forse bene dirlo e sottolinearlo.

Come molti sanno mi occupo d’arte da diversi anni, così Sabato scorso ho deciso di portare mio papà a vedere i capolavori della Pinacoteca di Brera. Mio papà Gianni è disabile e si muove con una carrozzina.

Per evitare intoppi, che avrebbero potuto far diventare un’idea stupenda qualcosa di faticoso, ho scelto di telefonare preventivamente alla Pinacoteca segnalando le mie necessità.

Ebbene mi piace segnalare, e lo voglio fare con tutte le mie forze, perché desidero che questo sia un pubblico ringraziamento a tutto lo staff che si è occupato di me e mio papà in visita alla straordinaria collezione d’arte.

Grazie dunque a chi ha risposto al telefono perchè ha anticipato ogni mia necessità segnalandomi la strada migliore per avvicinarmi alla struttura museale e perchè mi ha indicato come fare meno fatica a raggiungere l’ascensore.

Una volta arrivato a Brera sono stato accolto a braccia aperte con grandi sorrisi, sono stato accompagnato sull’ascensore e a mio papà è stata offerta una nuova sedia addirittura motorizzata per poter essere indipendente durante la visita, il tutto con grande simpatia e disponibilità.

Con queste premesse anche Lo Sposalizio della Vergine di Raffaello e la Pala Montefeltro di Piero della Francesca son sembrati più belli del solito.

L’Italia è anche questa, quella della grande arte e delle belle persone e penso sia bene parlarne. All’uscita, con ancora negli occhi e nel cuore le emozioni della storia dell’arte, abbiamo incrociato il direttore James Bradburne che sopraggiungeva in bicicletta, l’unico rammarico è stato quello di non essere riuscito a fermarlo per ringraziarlo personalmente.

GRAZIE a tutto lo staff della Pinacoteca di Brera perchè hanno reso una visita speciale, perchè ero con il mio eroe e perchè avete reso tutto più semplice, più comodo e più simpatico. Questa è la bellezza.

GRAZIE

Alberto Moioli

Please follow and like us:
20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *